IL MATRIMONIO

"Non è bene che l'uomo sia solo"

Sposarsi "nella Chiesa" significa innanzitutto celebrare un Sacramento. Cioè, accettare e impegnarsi a diventare segno e strumento dell'Amore di Dio tra gli uomini. Essere segno e testimonianza dell'Amore di Dio presuppone la conoscenza di "come" ama Dio, di quali siano le caratteristiche del Suo amore.
Gli incontri di preparazione al Matrimonio cristiano desiderano condurre i fidanzati alla scoperta dell'Amore di Dio attraverso quella bellissima "Lettera d'amore" che è la Sacra Scrittura, in un clima di preghiera, riflessione, dialogo e amicizia cristiana.

Siate dunque i benvenuti!

Perché sposarsi  in Chiesa ?

    La Sacra Scrittura si apre con la creazione dell'uomo e della donna ad immagine e somiglianza di Dio e si chiude con la visione delle nozze dell'Agnello. Da un capo all'altro la Scrittura parla del Matrimonio e del suo mistero, della sua istituzione e del senso che Dio gli ha dato, della sua origine e del suo fine, delle sue diverse realizzazioni lungo tutta la storia della salvezza, delle sue difficoltà derivate dal peccato e del suo rinnovamento nel Signore, nella Nuova Alleanza di Cristo e della Chiesa.
    L'intima comunione di vita e di amore coniugale, fondata dal Creatore e strutturata con leggi proprie, è stabilita dal patto coniugale. Dio stesso è l'autore del matrimonio. La vocazione al matrimonio è iscritta nella natura stesso dell'uomo e della donna, quali sono usciti dalla mano del Creatore. Il matrimonio non è un'istituzione puramente umana, malgrado i numerosi mutamenti che ha potuto subire nel corso dei secoli, nelle varie culture, strutture sociali e attitudini spirituali. Queste diversità non devono far dimenticare i tratti comuni e permanenti. Sebbene la dignità di questa istituzione non traspaia ovunque con la stessa chiarezza, esiste tuttavia in tutte le culture un certo senso della grandezza dell'unione matrimoniale. La salvezza della persona e della società umana e cristiana è strettamente connessa con una felice situazione della comunità coniugale e familiare.
   Dio, che ha creato l'uomo per amore, lo ha anche chiamato all'amore, vocazione fondamentale e innata di ogni essere umano. Infatti l'uomo è creato ad immagine e somiglianza di Dio che è amore. Avendolo Dio creato uomo e donna, il loro reciproco amore diventa un'immagine dell'amore assoluto e indefettibile con cui Dio ama l'uomo. È cosa buona, molto buona, agli occhi del Creatore. E questo amore che Dio benedice è destinato ad essere fecondo e a realizzarsi nell'opera comune della custodia della creazione: « Dio li benedisse e disse loro: "Siate fecondi e moltiplicatevi, riempite la terra e soggiogatela" » (Gn 1,28).
Che l'uomo e la donna siano creati l'uno per l'altro, lo afferma la Sacra Scrittura: « Non è bene che l'uomo sia solo » (Gn 2,18). La donna, « carne della sua carne », sua eguale, del tutto prossima a lui, gli è donata da Dio come « aiuto », rappresentando così Dio dal quale viene il nostro aiuto. « Per questo l'uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne » (Gn 2,24). Che ciò significhi un'unità indefettibile delle loro due esistenze, il Signore stesso lo mostra ricordando quale sia stato, « da principio », il disegno del Creatore: « Così che non sono più due, ma una carne sola » (Mt 19,6).

Suggerimetni Pratici

I fidanzati sono invitati a:

     Presentarsi al proprio parroco al più presto; almeno sei mesi prima del matrimonio.

     Seguire una preparazione prossima che dovrà avvenire in due momenti distinti e complementari:

- la partecipazione ad un corso prematrimoniale organizzato in parrocchia, nel Vicariato o in Diocesi. L’iscrizione al corso avviene tramite il proprio parroco.
     Gli incontri con il parroco: sono previsti almeno tre colloqui per verificare la situazione di fede degli sposi, per compilare i documenti e per preparare la celebrazione liturgica.

     Riprendere, se sarà il caso, il rapporto con la Comunità cristiana della propria parrocchia, soprattutto nella celebrazione domenicale dell’Eucaristia.

Proposte Varie
Incontri Post-Matrimoniali